Forum, Simeone: «aggregazione e collaborazione con tutti»

All’indomani di un lungo scrutinio durato circa undici ore, il neo presidente del Forum dei Giovani della città di Eboli, Andrea Simeone, traccia la linea di demarcazione che la consulta giovanile seguirà durante il mandato dei prossimi tre anni.

Le parole di Andrea Simeone

«È molto difficile poter quantificare la gioia che avverto in questo momento, sia per lo straordinario risultato conseguito, sia per l’iter intrapreso per raggiungerlo. In particolare questo percorso merita di essere messo in risalto perché fondato su pochi ma essenziali punti cardini: coerenza, serietà, senso di responsabilità e rispetto reciproco.
Adesso bisognerà continuare su questo tragitto, con gli stessi valori e con il coinvolgimento di tutti i giovani che questa città, ora davvero viva, ha da offrire.


Le parole che contraddistingueranno il nostro operato saranno le seguenti: aggregazione e collaborazione.
Questi obiettivi sono e saranno la vera forza del forum giovanile ebolitano.
Infatti, oggi, al di là dei risultati delle urne, non esistono vincitori né vinti, ma soltanto noi, giovani cittadini, accomunati da un profondo sentimento: l’amore per la nostra città!


Qualcuno potrebbe pensare che si tratti di parole artefatte ma basterebbe anche solo guardare il numero dei votanti, 347 al seggio di Santa Cecilia e 1283 a quello di Eboli, per capire quanta voglia di partecipazione accomuni ciascun giovane della nostra città. Ieri più che mai, si è palesato agli occhi di tutti, il desiderio, vivo negli occhi dei ragazzi, di rendere Eboli una città a misura di giovane.


Molti di loro, infatti, nonostante le difficoltà organizzative riscontrate nel corso della giornata, hanno atteso ore soltanto per adempiere un proprio diritto, quello di voto, sacrificando il proprio tempo e i propri impegni, per far sentire la propria voce. Per tali motivi, tutti insieme, ci batteremo per ascoltare le esigenze e i bisogni dei nostri coetanei, e ripagare la fiducia mostrataci.


Infine, desidero ringraziare ciascun giovane che ha pazientato per esprimere la propria preferenza ma soprattutto i candidati delle mie liste e la mia coalizione, formata da ragazzi appassionati, legati, ormai, da una sincera amicizia destinata, senza dubbio, a durare nel tempo».

Categorie

Esplora

Altri articoli

Autismo: guardare oltre

Cos’è l’autismo e come imparare a guardare oltre per arrivare ad una diagnosi precoce che garantisca loro una buona qualità di vita