Ipf: Il parlamentare ebolitano Adelizzi è coordinatore nazionale della rete territoriale

 L’incarico è arrivato nella serata di ieri. Si sancisce, così, il legame di stima e fiducia tra Luigi Di Maio, leader di Insieme per il Futuro, e il deputato salernitano Cosimo Adelizzi. La nomina di Responsabile organizzativo per la rete territoriale è stata approvata dall’unanimità degli eletti, riuniti in assemblea. L’assemblea ha anche deciso di affidare a Laura Castelli, viceministra nel Governo Draghi, il compito di coordinare il foro economico dedicato a sindaci e amministratori locali.


Adelizzi si occuperà del coordinamento a livello nazionale dell’organizzazione dei territori. Curerà i rapporti con gli aderenti al progetto e con tutti coloro i quali guardano con interesse al nuovo soggetto politico. Fornirà elementi utili, a partire dalle esigenze dei cittadini, per la redazione del «manifesto politico» collettivo e aperto al contributo di tutti.


Nella precedente assemblea degli eletti, erano state approvate invece le nomine di Vincenzo Spadafora, come coordinatore politico, e Giuseppe L’Abbate, coordinatore del manifesto. Il manifesto conterrà il frutto del confronto e del dialogo con gli amministratori comunali, provinciali e regionali. Importante anche il confronto con le associazioni di categoria, con i professionisti e con le imprese di ogni Regione e Comune italiano.

Le dichiarazioni di Adelizzi


Sono proprio le capacità di ascolto, di dialogo e di sintesi ad essere state individuate nell’onorevole Adelizzi.

«Ringrazio Luigi Di Maio e tutti gli eletti riuniti in assemblea per la fiducia che mi hanno accordato per un ruolo così delicato. Pazienza nell’ascolto e dialogo costante con tutte le realtà ci consentiranno di portare la voce dei territori nelle sedi opportune. Comune per Comune, Provincia per Provincia, Regione per Regione. La mia disponibilità è massima. Da campano guardo alla mia terra con attenzione, e la stessa attenzione la rivolgerò alle altre aree del Paese. Con l’approvazione dell’ultimo decreto sul Pnrr, abbiamo dimostrato ancora una volta di voler scrivere, costi quel che costi, un futuro migliore per questa Italia, da Sud a Nord. Il territorio non deve più essere il fanalino di coda. Saremo cassa di risonanza per quella cultura, per quella economia sostenibile, per quella formazione dei nostri giovani che diverranno il perno su cui costruire il futuro del Paese», conclude il parlamentare.

Categorie

Esplora

Altri articoli

MUSICISTA DEL RIONE PESCARA RITROVATO MORTO IN CASA DOPO UN MESE DAL DECESSO

Dramma della solitudine in via Raffaele Pumpo, ad Eboli. Trovato privo di vita un uomo anziano, classe 1939. Dalle condizioni in cui il corpo è stato trovato sembra che l’uomo sia deceduto da quasi un mese.
Alcuni vicini hanno chiamato la polizia municipale per verificare il cattivo odore proveniente dall’appartamento dell’uomo.
Gli agenti hanno fatto sopraggiungere sul posto anche una squadra dei vigili del fuoco per entrare dal balcone della palazzina. La salma è stata immediatamente rilasciata perché in avanzato stato di decomposizione. I vicini hanno riferito alla municipale che non vedevano l’uomo da oltre un mese.
L’uomo è stato un dipendente della Fiat per oltre 40 anni a Torino. Poi, una volta in pensione, si è trasferito ad Eboli doveva aveva un solo familiare. Era un grande appassionato di musica, infatti, comprava molti strumenti musicali tanto che era diventato molto apprezzato nell’ambito musicale locale.