L’Associazione Arcobaleno Marco Iagulli dona poltrone relax per la Pediatria di Battipaglia

Ben tredici poltrone relax sono state donate ieri al reparto di Pediatria dell’ospedale Santa Maria della Speranza di Battipaglia dall’Associazione Arcobaleno Marco Iagulli, presieduta da Tiziana Iervolino. La donazione è parte di un progetto, realizzato grazie a donazioni spontanee e al 5×1000, che punta alla cura della persona, soprattutto dei piccoli degenti, e all’umanizzazione dell’ambiente ospedaliero.
Dall’anno della sua nascita, il 2006, l’associazione di Volontariato onlus è vicina agli ospedali, soprattutto ai piccoli degenti, e si impegna costantemente a rendere i reparti più accoglienti, più simili al tepore della casa. Infatti, non molto fa, l’Associazione ha donato all’ospedale di Battipaglia anche dei monitor per consentire momenti di normalità nel periodo della degenza.


«Chi ha vissuto l’esperienza di dover rimanere accanto alla propria figlia o al proprio figlio in ospedale, per l’intera durata del ricovero, conosce bene la difficoltà di dover rimanere seduto, giorno e notte, su sedie poco confortevoli – spiega la presidente Iervolino-. Rendere accoglienti e comodi i reparti e più in generale di ambienti ospedalieri, soprattutto oncologici, per noi è una missione fondamentale. Conosco bene le difficoltà che si incontrano in quelle circostante. Le ho vissute in prima persona. Prendersi cura dei piccoli pazienti e dei loro familiari, rendendo il periodo di degenza meno traumatico possibile, è un dovere a cui non possiamo sottrarci. Colgo l’occasione per ringraziare tutte le persone che ci sono vicine, che ci supportano e che decidono di compiere, con piccoli gesti, atti d’amore inestimabili. Prendersi cura degli altri è rivoluzionario».

Categorie

Esplora

Altri articoli

OPERAZIONE SICUREZZA CAMPOLONGO. VERIFICA SULLE ABITAZIONE DEI MIGRANTI

Iniziati stamattina intorno alle 8 i controlli sui residenti nella zona litoranea di Eboli. In accordo con la Prefettura, la polizia municipale, i carabinieri della compagnia di Eboli si sono recati stamattina in litoranea per verificare lo stato e le condizioni abitative dei migranti della zona