Polites: strumenti per essere cittadini del mondo

Promuovere, Orientare e Sostenere i cittadini del mondo. Questa la mission del laboratorio di cittadinanza “Polites: cittadini del Mondo”, organizzato dall’Associazione di Promozione Sociale Dunyaa e realizzato grazie al Sodalis- Csv di Salerno.

Il progetto ha un duplice obiettivo: da una parte diffonde le buone pratiche del vivere all’interno della comunità, supportando i cittadini stranieri nel processo di integrazione e, dall’altra, si prefigge di raccogliere una serie di informazioni circa le popolazioni migranti che vivono nella Piana del Sele.

Coordinatori del progetto, la dottoressa Francesca Scoti che si occuperà di fornire informazioni sanitarie di base agli utenti e Tommaso di Rosario che, invece, si occuperà di orientare e informare la popolazione migrante sui servizi legali e quelli legati al lavoro, presenti sul territorio. Lo sportello sarà aperto presso la sede operativa in Via Apollo XI, civico 51 ad Eboli. Tutti i lunedì dalle ore 10 alle ore 12, a partire dal 18 aprile. Il progetto prevede anche un servizio itinerante sul territorio, tutti i giovedì pomeriggio.

«Pur essendo strutturato in maniera semplice ed essenziale – spiega il presidente Ibrahim Diop- il progetto, avviato già lo scorso 18 marzo, ci consente di approcciare proficuamente con i nuovi cittadini della Piana del Sele, offrendo loro supporto in questioni legali, sanitarie e di cittadinanza. Fondamentale sarà la cooperazione con le numerose realtà del territorio.

La richiesta del medico di base, gli orari di apertura dell’ufficio anagrafe, il servizio della guardia medica, la compilazione del curriculum vitae per presentarsi nelle aziende, ma anche più semplicemente, un aiuto che può essere dato con l’ascolto. Dalla risposta in termini di adesione e di interesse, speriamo davvero di riuscire ad elaborare anche una sorta di incubatore dei bisogni così da progettare azioni future sempre più mirate a soddisfare i bisogni delle comunità presenti sul territorio. Ringraziamo pertanto Sodalis Csv Salerno per l’opportunità che noi ci apprestiamo a cogliere».

Categorie

Esplora

Altri articoli

CONDANNATO A DUE ANNI IL GIOVANE CHE INVESTI’ E UCCISE GIUSEPPINA TANGREDI

l Gup del Tribunale di Salerno, Vincenzo Pellegrino, ha condannato a due anni di reclusione, con la sospensione condizionale, l’ebolitano L.T. 27 anni, per aver investito e ucciso a Eboli con il suo autocarro l’appena cinquantaduenne Giuseppina Tangredi e ferito gravemente un’altra donna che la vittima stava aiutando ad attraversare la strada sulle strisce pedonali.