Rincari Energetici: l’Anci sollecita un fondo per i Comuni

Baronissi – Un fondo presso la Cassa Depositi e Prestiti per la concessione di mutui a copertura dei maggiori costi energetici dei Comuni. A sollecitarlo il coordinamento Anci della provincia di Salerno – presieduto dal sindaco di Baronissi Gianfranco Valiante – che porterà la proposta all’Assemblea regionale del 10 novembre prossimo a San Leucio.

Gianfranco Valiante

“I costi energetici – si legge nella nota indirizzata al presidente regionale dell’Associazione Carlo Marino – incidono in maniera pesante sull’attività amministrativa e costituiscono per molti Comuni un elevato rischio per il mantenimento degli equilibri di bilancio. Anci si faccia promotrice presso la Cassa di un fondo per la concessione, ai Comuni che ne facciano richiesta, di mutui per la copertura dei maggiori costi di gas ed energia al fine di contenere l’impatto negativo sui propri bilanci. Naturalmente la drammaticità della situazione dovrà vedere impegnata Anci a sollecitare con determinazione e fermezza il Governo per appostare e trasferire, per i necessari ristori, più risorse possibili ai Comuni; il Governo italiano inoltre dovrà lavorare per ottenere dall’Europa un tetto al prezzo del gas”.

Il coordinamento Anci salernitano chiede inoltre la rivisitazione di modalità e criteri di selezione del PNRR: “le opere pubbliche e i servizi – si legge ancora nella nota – dovranno essere realizzati prioritariamente in quelle realtà che ne sono sprovviste”. Infine, il tema della rigenerazione urbana, con la richiesta al Governo di intervenire affinché si reperiscano ulteriori risorse per finanziare progetti meritevoli, già in graduatoria.

Categorie

Esplora

Altri articoli

OPERAZIONE SICUREZZA CAMPOLONGO. VERIFICA SULLE ABITAZIONE DEI MIGRANTI

Iniziati stamattina intorno alle 8 i controlli sui residenti nella zona litoranea di Eboli. In accordo con la Prefettura, la polizia municipale, i carabinieri della compagnia di Eboli si sono recati stamattina in litoranea per verificare lo stato e le condizioni abitative dei migranti della zona