Champions: esame slovacco per la classe di Samperi

La notte, anzi, la settimana delle stelle è pronta ad aprirsi in quel di Eboli. I riflettori del Palasele si accenderanno per un evento storico, la UEFA Futsal Champions League, che arriva in provincia di Salerno per la disputa del Main Round. Protagonista sarà la nostra Feldi Eboli che, per l’occasione, prenderà il nome di Città di Eboli.

Le volpi di Samperi non sono quelle di un anno fa, quella della campagna lituana era una squadra che viveva e respirava le prime notti europee come un sogno, dove il solo fatto di esserci era già un successo. Quella squadra però osò e si prese di forza la qualificazione tra le top 16 d’Europa.

Oggi, quel gruppo, porta sul petto uno Scudetto e nella bacheca societaria un’altra coppa, la Supercoppa, vinta qualche settimana fa. Il Città di Eboli è maturato, è cresciuto, si è convinto della sue capacità durante il percorso, una crescita che è passata anche dalle esperienze europee e da sfide come quelle contro lo Sporting Lisbona. Oggi, questa squadra, non arriva al Main Round come una cenerentola ma vorrà regalare ai tifosi la qualificazione al turno successivo, soprattutto perchè si giocherà a casa.

Gli avversari saranno ostici ma, per i ‘supercampioni’ d’Italia, l’imperativo è cercare di regalare alla città e ai suoi tifosi un girone da ricordare perchè vincere dinanzi al proprio pubblico è tutt’altro sapore. Lo scorso anno, un calendario di eventi beffardo non ha concesso alle volpi di giocare a casa e, dopo la Lituana, il secondo turno si disputò ad Aversa. Tanto calore si, ma nulla a che vedere con i decibel che solo il Palasele di Eboli riesce ad alzare a livelli altissimi.

Ed eccoci arrivati alla vigilia del primo match, quello contro i campioni di Slovacchia del LucenecIl professor Samperi (se non avete visto il nostro spot vi invitiamo a farlo) ha dato ripetizioni di slovacco in questi giorni, lui che ci ha abituato a pilotare l’aereo rossoblù nei paesi di provincia più disparati dell’Italia. Che ora ci voglia portare in giro per l’Europa? Lo scopriremo in poco meno di una settimana, sta di fatto che gli insegnamenti del professore sono stati ben recepiti da uno dei suoi alunni più studiosi, Fabricio Calderolli, che è intervenuto ai microfoni della società nella classica conferenza prepartita:

“L’esperienza dello scorso anno ci ha aiutato a preparaci al meglio per questo importante evento. Abbiamo lavorato con molta intensità, sappiamo che sarà un girone difficile con partite tirate ma siamo pronti a dare il massimo per ottenere la qualificazione. Parliamo di gare dove non si può sbagliare, solo la prima classificata passerà il girone e non possiamo permetterci di commettere errori che potremmo pagare caro, a questi livelli non bisogna concedere nulla – spiega il numero 11 delle volpi -. Dalla nostra avremo il pubblico di casa, sono sicuro che ci daranno tanto entusiasmo e noi cercheremo di rispondere sul campo e regalare ai nostri tifosi la qualificazione all’Elitè Round. Lucenec? Sarà il nostro primo avversario, abbiamo visto alcuni video e abbiamo studiato gli avversari minuziosamente. Sarà importante partire bene e ottenere subito i primi 3 punti”.

Appuntamento fissato per stasera, mercoledì 24 ottobre, alle ore 20.30 al Palasele di Eboli con ingresso gratuito.

Categorie

Esplora

Altri articoli

CONDANNATO A DUE ANNI IL GIOVANE CHE INVESTI’ E UCCISE GIUSEPPINA TANGREDI

l Gup del Tribunale di Salerno, Vincenzo Pellegrino, ha condannato a due anni di reclusione, con la sospensione condizionale, l’ebolitano L.T. 27 anni, per aver investito e ucciso a Eboli con il suo autocarro l’appena cinquantaduenne Giuseppina Tangredi e ferito gravemente un’altra donna che la vittima stava aiutando ad attraversare la strada sulle strisce pedonali.